- il 17 maggio 2013 è nata ADL Varese - Democrazia, Trasparenza, Autonomia e Coerenza non devono essere solo delle parole vuote - ADL Varese non vuole essere ne più grande ne più bella ne più forte, ma semplicemente coerente -

- nel 1992 nascono FLMUniti Varese e CUB Varese, contemporaneamente nascono FLMUniti Nazionale e CUB Confederazione Nazionale -

- nel 2010 tutte le strutture di categoria della CUB Varese insieme a SDL Varese e RDB Varese si fondono e danno vita a USB Varese -

- nel 2013 USB Varese delibera a congresso l'uscita da USB e la nascita di ADL Varese mantenendo unite le precedenti strutture ex SDL Varese ex RDB Varese ex CUB Varese - -

domenica 21 ottobre 2018

Elezioni rls asst Valle Olona: grande risultato per sindacato di base Adl

BUSTO ARSIZIO, 19 ottobre 2018-Alle elezioni rls di lunedì 15 ottobre il sindacato di base Adl ha ottenuto un risultato strepitoso. Solo oggi sono usciti i risultati ufficiali.
Il nostro sindacato ringrazia tutti coloro che ci hanno votato e tutti gli iscritti per l’importante lavoro di squadra che ha portato a questo successo.
Qualora non fosse ancora chiaro, Adl nell’Azienda Asst Valle Olona si sta sempre più affermando migliorando gli iscritti continuamente, aumentando il numero dei delegati RSU e ora con i rappresentanti per la sicurezza più votati,
I nostri due candidati sono risultati primi a pari merito e ad entrambi sono stati riconosciuti 108 voti.
Il candidato successivo ha preso più di 20 voti in meno pur facendo parte di un’organizzazione sindacale che alle elezioni RSU di quest’anno aveva preso molti più voti di Adl.
Federico Pagan si è presentato per l’ospedale di Busto e si è distinto per portare avanti tutte le richieste dei lavoratori iscritti e non che riguardassero lasicurezza sul lavoro,, ovviamente qualora risultassero fondate, e non ha esitato a rivolgersi agli organi competenti quando non riusciva a risolvere i problemi all’interno dell’Azienda sanitaria.
Francesco Inglese ha portato a importanti miglioramenti nella sicurezza dei vari reparti e servizi presenti all’ospedale di Gallarate.
Il delegato RSU/Adl Salvatore Petrenga

ASST Valle Olona - Rappresentanza sindacale negli ospedali, AdL esulta

Il sindacato AdL esulta, dopo i risultati delle elezioni per le Rappresentanze dei Lavori per la Sicurezza nell’azienda socio-sanitaria Valle Olona, che riunisce gli ospedali di Busto e Gallarate e gli altri presìdi connessi (Saronno e Somma).
«Alle elezioni rls di lunedì 15 ottobre il sindacato di base Adl ha ottenuto un risultato strepitoso. Solo oggi sono usciti i risultati ufficiali. Il nostro sindacato ringrazia tutti coloro che ci hanno votato e tutti gli iscritti per l’importante lavoro di squadra che ha portato a questo successo» dice Salvatore Petrenga, delegato Rsu della sigla sindacale di base.
«Qualora non fosse ancora chiaro, Adl nell’Azienda Asst Valle Olona si sta sempre più affermando, migliorando gli iscritti continuamente, aumentando il numero dei delegati RSU e ora con i rappresentanti per la sicurezza più votati. I nostri due candidati sono risultati primi a pari merito e ad entrambi sono stati riconosciuti 108 voti- Il candidato successivo ha preso più di 20 voti in meno pur facendo parte di un’organizzazione sindacale che alle elezioni RSU di quest’anno aveva preso molti più voti di Adl».
«Federico Pagan si è presentato per l’ospedale di Busto e si è distinto per portare avanti tutte le richieste dei lavoratori iscritti e non che riguardassero la sicurezza sul lavoro, ovviamente qualora risultassero fondate, e non ha esitato a rivolgersi agli organi competenti quando non riusciva a risolvere i problemi all’interno dell’Azienda sanitaria.Francesco Inglese ha portato a importanti miglioramenti nella sicurezza dei vari reparti e servizi presenti all’ospedale di Gallarate».

giovedì 13 settembre 2018

Ospedale di Gallarate, Ospedale di Busto Arsizio, Elezioni RLS 2018

Elezioni RLS 2018
1 e 2 ottobre prima convocazione
15 ottobre seconda convocazione

Un altro giro di giostra... sono stati 3 anni impegnativi nei quali ci siamo spesi con decine di segnalazioni sia all’Ospedale di Gallarate, sia all’Ospedale di Busto Arsizio.

In questi anni ci avete conosciuto: lo sapete che non guardiamo ad appartenenze sindacali, politiche o sociali.           
La Sicurezza sul Lavoro prima di tutto!!

Senza compromessi e senza farci intimidire seguiamo le segnalazioni passo dopo passo, cercando la massima collaborazione con gli uffici ed i tecnici preposti  per quanto  possibile e, quando non lo è o quando la ASST alza “i muri”, rivolgendoci agli organi ispettivi quali ATS e Procura della Repubblica.
Raccontando poi tutto alle Lavoratrici e Lavoratori!!

Crediamo di aver fatto fino ad ora un buon lavoro e ci presentiamo nuovamente ad Ottobre per i prossimi 3 anni per continuare sulla stessa linea e, col sostegno delle Lavoratrici e dei Lavoratori dei nostri Ospedali, ancor più forti.
Dei veri Mastini della Sicurezza!!
Sono possibili 2 preferenze:
             Federico Pagan per il Presidio di Busto Arsizio

             Francesco Inglese per il Presidio di Gallarate

giovedì 2 agosto 2018

BUSTO ARSIZIO Il comitato ecologico: “La chiusura al 2021 di Accam non deve essere in discussione”

In una nota il comitato ecologico chiede "chiarezza ai sindaci per trovare la pace" ma puntualizza che la chiusura al 2021 non deve essere messa in discussione

C’erano anche alcuni membri del Comitato Ecologico Inceneritore e Ambiente Borsano all’assemblea dei soci di Accam di lunedì, quella in cui sono volati gli stracci tra i sindaci e si è parlato apertamente di un rischio di fallimento per la società. In una nota diffusa nelle ore successive a firma di Adriano Landoni il comitato “ringrazia il sindaco di Busto Emanuele Antonelli che con fermezza a respinto la proposta del sindaco di Legnano che sul piano industriale invita a ragionare sul prolungamento della scadenza di chiusura al 2021 per poter garantire la continuità aziendale”.
Infatti “il 2021 per il comitato di Borsano resta un punto fisso da non toccare” e in vista del quale “chiediamo chiarezza sul nuovo impianto di sanificazione imballi sanitari che dovrebbe partire ai primi di Agosto con una cifra molto alta di installazione”.

Certo, a tutto questo si somma anche la richiesta di “chiarezza ai sindaci per trovare la pace, pensando al bene comune di Accam. Vogliamo chiarezza nella verità e pace smettendo ognuno di pensare al propio interesse ma portando iniziative nuove per il bene della società, finendo di scaricarsi le colpe” In questo senso “il comitato rimane in attesa a Settembre della presentazione delle  proposte del tavolo tecnico e della riunione soci del 28  Settembre sperando di rimanere in house”.