- il 17 maggio 2013 è nata ADL Varese - Democrazia, Trasparenza, Autonomia e Coerenza non devono essere solo delle parole vuote - ADL Varese non vuole essere ne più grande ne più bella ne più forte, ma semplicemente coerente -

- nel 1992 nascono FLMUniti Varese e CUB Varese, contemporaneamente nascono FLMUniti Nazionale e CUB Confederazione Nazionale -

- nel 2010 tutte le strutture di categoria della CUB Varese insieme a SDL Varese e RDB Varese si fondono e danno vita a USB Varese -

- nel 2013 USB Varese delibera a congresso l'uscita da USB e la nascita di ADL Varese mantenendo unite le precedenti strutture ex SDL Varese ex RDB Varese ex CUB Varese - -

sabato 27 maggio 2017

Il Comitato per il diritto alla salute del Varesotto estende la mobilitazione anche ai Comuni intorno a Gallarate e Busto

Anche a Besnate si potrà firmare contro l’ospedale unico

Domenica 28 maggio, dalle 9.30 alle 12. il Comitato per il diritto alla Salute del Varesotto sarà in piazza a Besnate per informare sulla volontà di sostituire gli ospedali di Gallarate e Busto Arsizio con un unico nuovo ospedale a Busto. «Sarà possibile firmare per chiedere il mantenimento dei due presidi ospedalieri» spiegano dal Comitato.
L’intenzione di estendere la mobilitazione era già stata annunciata nelle settimane scorse dal Comitato. Nel volantino che sarà distribuito il Comitato ricorda polemicamente che «la Regione e i sindaci di Busto e Gallarate stanno decidendo di fare un ospedale unico a Busto Arsizio» e che «gli ospedali esistenti di Gallarate e Busto saranno chiusi, tutto senza informare e coinvolgere i cittadini».

venerdì 26 maggio 2017

Educatrici Busto Arsizio, Nulla di fatto in trattativa, si alzano i toni. Art. La Prealpina


Educatrici di Busto, Il “caso arretrati” scatena i genitori: pagamenti sospesi e luglio senza bimbi


Educatrici di Busto, è muro contro muro. E ora le rette iniziano a latitare

Trattativa in stallo
E per il mese di luglio, se si confermerà l’intenzione delle educatrici di non mettersi a disposizione per il servizio estivo dei nidi e delle scuole dell’infanzia, costringendo così il Comune ad avvalersi del personale delle cooperative, la prospettiva che diverse famiglie stanno prendendo in considerazione è quella di disertare i plessi comunali.
D’altra parte la trattativa tra Comune ed educatrici è in stallo: l’ipotesi di rimpiazzare l’indennità di turno con un’indennità di disagio e progetti strategici per il personale educativo, non risolverebbe il problema di quasi un anno di arretrati a cui le educatrici non intendono rinunciare (e per riavere i quali stanno già partendo le prime cause-pilota con i decreti ingiuntivi), mentre sul calendario scolastico non c’è ancora accordo. Il sindacalista Adl Fausto Sartorato accusa l’amministrazione di «una presa di posizione politica per smantellare il settore educativo».

mercoledì 24 maggio 2017

Dario Miedico, l’alfiere della rivolta anti-vaccini, radiato dall’Ordine dei medici

Dario Miedico, epidemiologo molto attivo nel Comilva, il Coordinamento del movimento italiano per la libertà di vaccinazione e la tutela dei diritti dei danneggiati da vaccino, sotto processo per le sue posizioni considerate contrarie ai vaccini, è stato radiato dall’Ordine dei medici di Milano. La decisione, con ogni probabilità, è stata presa all’unanimità dai 15 membri che costituiscono la commissione disciplinare. «La cosa mi pesa molto, e farò il possibile per fare ricorso e far ritirare il procedimento. Ma dovrò aspettare le motivazioni, perché non ho ancora ricevuto alcuna indicazione in merito». È stato il primo commento di Miedico, che ha anche ribadito di non essere contrario ai vaccini, «nonostante mi accusino del contrario. Sono, invece, contro — ha spiegato —, qualunque obbligo, perché uno dei pericoli maggiori è quello di sottovalutare i rischi delle vaccinazioni».
milano.corriere.it>>>

Lo Stato lancia una nuova lotteria: il Gratta e Moretti

In tre anni a capo di Finmeccanica-Leonardo ha incassato oltre 10 milioni e una liquidazione record. Alla faccia della Spending review .
Dicamolo: è sempre antipatico e un tantino moralista (per non dire della sottesa punta d’invidia che pervade questi discorsi) fare i conti nelle tasche altrui. Se uno ha guadagnato tanto vuol dire che è bravo, e il denaro non è certo quello sterco del demonio che la cultura catto-comunista ha sempre insinuato. Poi però piomba sulla valle di lacrime del nostro vivere quotidiano (così almeno ci dice il fresco rapporto dell’Istat sullo stato del Paese) la notizia della milionaria buona uscita di Mauro Moretti per tre anni, dal maggio 2014 al maggio 2017, amministratore delegato di Finmeccanica, da lui ribattezzata Leonardo, in onore a colui che fu anche geniale inventore.
lettera43.it>>>

Dote Scuola 2017/2018 - Componenti "Buono Scuola " e "Contributo acquisti libri testo, tecnologie e didattica"

Dote Scuola è lo strumento  messo a disposizione dei ragazzi che frequentano le scuole statali e paritarie ed è articolato nei seguenti componenti:
  • Buono Scuola, finalizzato a sostenere gli studenti che frequentano una scuola paritaria o statale che preveda una retta di iscrizione e frequenza per i percorsi di istruzione;
  • Contributo per l'acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, finalizzato a sostenere la spesa delle famiglie per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, nel compimento dell’obbligo scolastico sia nei percorsi di istruzione che di istruzione e formazione professionale.

Bonus asili nido, ecco come ottenerlo

L'Inps ha diramato le modalità per accedere alle agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati
Inps comunica che è stata pubblicata la circolare n. 88 contenente le istruzioni operative per l’accesso alle “Agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati”, cd. Bonus asilo nido, di cui all’articolo 1, comma 355 della Legge di bilancio 2017.

La domanda potrà essere presentata dal 17 luglio 2017 – data a partire dalla quale sarà disponibile la procedura online di acquisizione – fino al 31 dicembre 2017, mediante una delle seguenti modalità:  WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino attraverso il portale dell’Istituto, tramite PIN dispositivo, Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);  Contact Center Integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante); Enti di Patronato, attraverso i servizi offerti dagli stessi. Il beneficio spetta ai genitori di minori nati o adottati dal 1 gennaio 2016, residenti in Italia, cittadini italiani o comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo ovvero di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione Europea previste dagli artt. 10 e 17 del D.lgs. n. 30/2007.